Glossario
A
B
C
D
E
F
G
H
I
L
M
N
O
P
R
S
T
U
V
X
Z

ACT Italia Fertilita.org aderisce ad ACT Italia

Associazione Fertilità Onlus
Home page / Glossario / Glossario dell'Infertilità e della Riproduzione: LETTERA I
Invia questa pagina a un amico
http://www.fertilita.org/index.asp?ItemID=105

Tua email

Email destinatario

Aggiungi un commento

chiudi

Glossario dell'Infertilità e della Riproduzione: LETTERA I

letto 6775 volte | autore: Fertilita.org

         

Glossario di Medicina dell'Infertilità e della Riproduzione
a cura del prof. Claudio Manna (vai al curriculum), del dr. Domenicantonio Comparato (vai al curriculum),  del dr. Duccio Cellini (vai al curriculum), del dr. Alessandro Casa (vai al curriculum)

ICSI
Intra Cytoplasmic Sperm Injection. Tecnica avanzata di fecondazione in vitro che consiste nell'introdurre il singolo spermatozoo nell'ovocita con l'ausilio di speciali apparecchiature miniaturizzate

idiopatico
il termine definisce qualsiasi malattia con causa sconosciuta

idrolaparoscopia
Idrolaparoscopia transvaginale e idropelviscopia: è il tempo fondamentale della fertiloscopia. Si esegue introducendo nella pelvi, per via vaginale, un trocar ottico di diametro variabile, fino ai 4 mm, dopo avere precedentemente iniettato, per la stessa via, circa 200 cc di soluzione fisiologica. L’esame degli organi pelvici è realizzato in mezzo liquido che ne permette una visualizzazione dettagliata potendo così evidenziare la presenza di eventuali anomalie

impianto
l'attecchimento dell'embrione alla parete interna dell'utero

impotenza
incapacità da parte del maschio di produrre o mantenere l'erezione

IMSI
Intra Cytoplasmic Morphologically SelectedSperm Injection. Tecnica avanzata di fecondazione in vitro, usata nei casi andrologici gravi con presenza di teratospermia. Con questa tecnica è possibile migliorare la qualità degli spermatozoi

infettività
capacità di un microrganismo di provocare un'infezione

infertilità
condizione di chi non è in grado di procreare

infertilità inspiegata o idiopatica
quando non viene riscontrata alcuna patologia in entrambi i partner ma non si instaura, in ogni caso, la gravidanza

infertilità primaria
si definisce così la condizione di una coppia che non ha mai ottenuto una gravidanza neanche abortiva

infertilità secondaria
si definisce così la condizione di una coppia che pur avendo ottenuto precedenti gravidanze condotte a termine o risoltesi con un aborto, non riesce a ottenere una nuova gravidanza

inseminazione
introduzione del seme maschile nelle vie genitali della donna. "Intracervicale" se viene depositato nel canale cervicale, "intrauterina" se direttamente nell'utero

insufficienza ovarica
scarsa capacità dell'ovaio a produrre ormoni, estradiolo e progesterone

intrauterino
interno alla cavità uterina

ipofisi
ghiandola endocrina situata alla base del cervello sulla radice del naso, è responsabile della produzione degli ormoni FSH ed LH

ipospadia
malformazione congenita dell'uretra maschile che sbocca sotto il glande anziché alla sua estremità

ipotalamo
ghiandola alla base del cervello che controlla e rilascia gli ormoni da parte dell'ipofisi

isterografia selettiva
Le tube si possono ricanalizzare per renderle di nuovo funzionanti, ma ciò richiede un'azione diretta. In generale, si tratta di un intervento chirurgico: si elimina la parte di tuba ostruita e si "rincollano" i pezzi, si riapre il padiglione ostruito. La percentuale di riuscita di questo tipo di chirurgia è molto variabile, e aumenta anche il rischio di gravidanza extrauterina. Da qualche anno esiste un'alternativa interessante: l'isterografia selettiva. Si pone una sonda all'ingresso della tuba ostruita e si inietta un prodotto con pressione progressiva. Ciò consente di "disostruire" la tuba senza ricorrere alla chirurgia

isterosalpingografia
è una radiografia della pelvi che viene effettuata dopo l'iniezione di un prodotto radioopaco nell'utero, per via vaginale. L'esame viene in genere condotto da un radiologo e da un ginecologo, e prevede l'inserimento nel collo dell'utero di un catetere collegato a una siringa che contiene il prodotto di contrasto radiologico. Il prodotto viene iniettato progressivamente e si realizzano le lastre radiografiche. Normalmente l'opacizzazione delle tube e dell'utero è progressiva, fino a che il prodotto radioopaco passa nella cavità peritoneale. Al momento attuale l'utilizzo di tale metodica è relegato quasi esclusivamente alla valutazione della  pervietà tubarica e all'identificazione di eventuali anomalie congenite uterine (es. Utero setto e subsetto, utero didelfo etc.). A volte, la isterosalpingografia da indagine diagnostica diventa anche presidio terapeutico. Non è del tutto infrequente, infatti, che la pressione utilizzata per l'iniezione del mezzo di contrasto, determini la risoluzione di eventuali restrin
gimenti tubarici poco tenaci. L'esame può essere relativamente doloroso, ma non richiede anestesia. Può esserci indicazione di premecazione antiallergica o di antibioterapia profilattica. I rischi esistono ma sono molto rari: reazioni allergiche, infezione (salpingite, endometrite, riattivazione di una salpingite cronica).

isteroscopia
il suo obiettivo è l'esame della cavità uterina per mezzo di un endoscopio, passando per le vie naturali. Può essere distinta in isteroscopia diagnostica ed isteroscopia operativa. La prima si effettua in maniera completamente indolore e senza anestesia utilizzando un sottile isteroscopio con meccaniscmo ad acqua. Mediante tale approccio sarà possibile a volte, eseguire anche qualche piccolo intervento chirurgico (es. rimozione di pokipi peduncolati). La seconda si effettua in anestesia generale e consente di effettuare importanti interventi chirurgici come per esempio la rimozione di fibromi sottomucosi, setti uterini, ecc. E' importante ricordare che in alcune strutture, l'isteroscopia diagnostica viene ancora eseguita con isteroscopi di vecchia generazione che richiedono l'anestesia totale o locale

IUI
inseminazione intrauterina

IVF
vedi "fecondazione in vitro"

Glossario di Genetica dell'Infertilità e della Riproduzione
a cura della d.ssa Sebastiana Pappalardo (vai al curriculum)

ibridizzazione
accoppiamento di basi di due diversi filamenti di DNA o RNA

ibridizzazione in situ (ISH)
tipo di ibridizzazione che impiega sonde di DNA o RNA per localizzare una specifica sequenza di DNA o RNA in una porzione o sezione di un tessuto (in situ) 

ingegneria genetica
tecnica di manipolazione che modifica artificialmente il genoma

inibitore
sostanza che produce o ritarda una reazione chimica. Metabolita o gene modificatore che interferisce con una reazione o l'espressione in altro gene

inincrocio
accoppiamento tra consanguinei

introne
zona del gene che non porta informazione

inversione
la reazione della struttura di un cromosoma dovuta alla rottura dello stesso in due punti, alla rotazione di 180° del frammento rotto e al suo reinserimento nel cromosoma

inversione paracentrica
quando nella rottura del cromosoma non è coinvolto il centromero, quindi questa interessa solo un braccio del cromosoma

inversione pericentrica
quando nella rottura del cromosoma è coinvolto il centromero, quindi sono interessati alla rottura sia il braccio lungo, sia quello corto

isocromosoma
cromosoma in cui si è duplicato uno dei due bracci, mentre l'altro è andato perso

istone
proteina associata alla molecola di DNA

Glossario di Immunologia dell'Infertilità e della Riproduzione
a cura del dr. Francesco Maria Cutrupi (vai al curriculum)

idiotipo
proprietà o caratteristica identificante di un soggetto o di un sistema. Classificazione delle molecole di anticorpi secondo l'antigenecità delle regioni variabili. Ciascun idiotipo è unico a una immunoglobulina particolare diretta contro un antigene particolare

IL (interleuchine)
gruppo di proteine che trasmettono segnali alle cellule immunitarie e necessarie per avere una risposta immunitaria normale; termine generico per definire le citochine, prodotte dai globuli bianchi attivati nel processo di distruzione o rigetto di un'entità quale un embrione, un organo, un agente infettivo

immunità
mancanza di suscettibilità all'infezione provocata da un particolare patogeno o agli effetti nocivi delle sue tossine

immunità mediata dalle cellule
distruzione immunitaria provocata dalle cellule killer invece che dagli anticorpi. Nelle donne infertili o con aborto ripetuto le cellule Natural Killer (NK) attivate producono il Fattore di Necrosi Tumorale (TNF), una sorta di chemioterapico naturale molto tossico per il feto

immunizzazione 
vedi "vaccino". Nella gravidanza l'immunizzazione è un processo naturale: la donna si immunizza contro gli antigeni HLA paterni e produce anticorpi bloccanti che proteggono e aiutano la crescita della placenta. Nelle donne con aborto spontaneo ripetuto gli anticorpi bloccanti non si producono perché troppo simili a quelli paterni

immunodosaggio
sistema di rilevamento di una particolare molecola che sfrutta il legame specifico con un anticorpo diretto contro di essa. Per la misurazione, l'anticorpo può incorporare un marcatore (marker) radioattivo o fluorescente, o può essere legato a un enzima che catalizza una reazione facilmente controllata, per esempio un cambiamento di colore

immunofluorescenza
qualsiasi tecnica di rilevamento di un antigene o anticorpo in un campione tramite l'accoppiamento del suo anticorpo o antigene bersaglio a un composto fluorescente e successiva osservazione della sua reazione ponendo il campione sotto luce ultravioletta

immunogenetica
genetica delle reazioni immunologiche

incompatibilità
1. prevenzione dell'interincrocio, geneticamente o fisiologicamente determinata; 2. interazione fisiologica che termina nel rigetto o nel fallimento di un trapianto

interferone
sostanza appartenente a un gruppo di piccole proteine sintetizzate da alcune cellule T che inibisce la replicazione dei virus. Negli umani sono presenti tre tipi di interferoni

isoimmunizzazione
lo sviluppo di anticorpi contro un antigene derivante da un individuo geneticamente dissimile della stessa specie, per esempio nella madre rispetto al suo feto

istocompatibilità
termine impiegato per indicare quanto sono identici due individui senza rapporto di parentela. I gemelli identici sono totalmente istocompatibili, fratelli e sorelle sono semi-istocompatibili

giovedì 13 marzo 2008


sterilità sterilità femminile sterilità femminile sintomi riproduzione riproduzione assistita sterilita cause fecondazione fecondazione in vitro andrologia sterilita maschile sterilita di coppia icsi forum spermiogramma varicocele oligospermia endometriosi ovaio policistico poliabortivita aborto ripetuto ginecologia
Articles in English 2001-2017 © www.fertilita.org | P.I./C.F: 05470161000 | Note legali | Condizioni di utilizzo | Mappa del sito | Ultimo aggiornamento: 20/02/2013
powered by G.H.T. s.r.l.
Aggiungi a MioYahoo!Aggiungi a iGoogle!Aggiungi a Netvibes