Gravidanza
Inizio della gravidanza
Diagnosi medica della gravidanza
Diagnosi di gravidanza
10 segni della gravidanza
Datare la gravidanza
Salute durante la gravidanza
Salute orale e gravidanza
Rischi ambientali in gravidanza: piombo
Rischi ambientali e gravidanza: mercurio e arsenico
Uso dei farmaci in gravidanza
Diabete e gravidanza
Diabete gestazionale
Disturbi della gravidanza
Alcool e gravidanza
Anomalie della gravidanza
Acido folico
Acido folico e preeclampsia
Gravidanze multiple
Gravidanze multiple: le cause
Gravidanza precoce
Miti e credenze
Gravidanza e Sessualità
Sessualità in gravidanza
L'uomo e sessualità in gravidanza
Parto
Parto prematuro: sintomi
Parto prematuro: il travaglio
Eclampsia e preeclampsia
Assistere al parto
Analisi prenatali
Villocentesi
Amniocentesi

ACT Italia Fertilita.org aderisce ad ACT Italia

Associazione Fertilità Onlus
Home page / Gravidanza / Le cause della gravidanza multipla
Invia questa pagina a un amico
http://www.fertilita.org/index.asp?ItemID=138

Tua email

Email destinatario

Aggiungi un commento

chiudi

Le cause della gravidanza multipla

letto 19227 volte | autore: Claudio Manna, ginecologo specialista in fecondazione assistita (vai al curriculum)

         

Il crescente uso di farmaci per la cura dell'infertilità rappresenta la ragione principale per questa crescita.

Le cause di una gravidanza multipla sono molteplici:

- vengono prodotte più uova nello stesso follicolo oppure avviene più di un'ovulazione durante il ciclo mestruale, portando due o più uova a essere fecondate. Ciò può avvenire naturalmente o grazie all'uso di farmaci per la cura dell'infertilità;
- nel caso dei gemelli identici viene prodotto un solo uovo, che però si divide in due dopo la fecondazione. Ciò può avvenire con o senza l'aiuto dei farmaci per il trattamento dell'infertilità;
- in caso di fecondazione in vitro (IVF) o di altre tecniche riproduttive, nell'utero vengono impiantate più uova fecondate (embrioni), basandosi sul presupposto probabilistico che non tutte si impianteranno. Tuttavia, l'impianto di tutti gli embrioni non può essere escluso ( fino a tre con la legge italiana ).

Quasi sempre si viene a sapere della gravidanza multipla grazie a un'ecografia precoce ( 5°-6° settimana). Alcune persone osservano però una rapida crescita dell'utero, e iniziano a sospettare una gravidanza gemellare o plurigemellare. Se si è al secondo figlio, non si abbia fretta di correre alle conclusioni: è infatti abbastanza comune che in questo caso lo stomaco cresca più velocemente rispetto alla prima gravidanza. Talvolta è possibile sentire due battiti cardiaci distinti, altre volte, durante i test prenatali, possono venire rilevati livelli eccezionalmente elevati di hCG (ormone gonadotropina corionica umana), dato che più feti faranno aumentare di più il livello di questo ormone. Nella gravidanza singola, l'hCG dovrebbe quasi raddoppiare ogni 48 ore. Solo un piccolissimo numero di gravidanze gemellari resta inosservato fino al momento del parto.

Prepararsi a una gravidanza multipla
In questo caso, in primo luogo è indispensabile modificare l'alimentazione, aumentando in particolare la quantità di proteine, i mattoncini di costruzione di ogni cellula dell'organismo. Ciò aiuterà a produrre una placenta di buona qualità e un sacco amniotico resistente, oltre che a combattere le infezioni. Anche se la quantità di attenzioni e di cure che la paziente riceve saranno simili a quelle di una gravidanza singola, le visite saranno più frequenti, soprattutto verso la fine della gravidanza, e la frequenza dei test e dei controlli sarà probabilmente più elevata.

Piccole precauzioni
- alimentazione adeguata. Il basso peso fetale alla nascita è uno dei problemi più comuni dei parti multipli, perché la gravidanza dura di meno. Si può cercare di sopperire in parte al basso peso fetale attraverso un piano dietetico corretto. La paziente che aspetta tre gemelli dovrà assumere almeno 300 calorie addizionali e una porzione di proteine, di calcio e di fibre  in più rispetto a una puerpera "normale";
- controlli. Il monitoraggio medico può contribuire a ridurre molti dei rischi associati alle gravidanza multiple. Seguire strettamente il programma delle visite, che saranno più frequenti, per garantirsi la migliore e la più completa assistenza possibile;
- aumento di peso. Grazie alla presenza di più di un feto, l'aumento controllato di peso sarà nell'ordine di almeno 17-23 chilogrammi;
- riposo. Il corpo lavorerà di più, e avrà perciò bisogno di un riposo maggiore. Otto ore di sonno sono il minimo indispensabile in questi casi, qualora non venga indicato dal medico il riposo assoluto. Inoltre, la posizione supina aumenta l'afflusso di sangue ai feti.

Il parto gemellare o plurigemellare
Negli anni passati, questo parto avveniva sempre con il taglio cesareo, ma oggi si tende, quando possibile, a procedere al parto vaginale. La scelta tra parto cesareo e parto vaginale dipenderà da molti fattori, tra i quali la posizione dei feti e la loro tolleranza al travaglio. Se i feti sono in una posizione nella quale nessuno di essi si può muovere, il parto avverrà con il taglio cesareo. Le nascite podaliche dipenderanno dalla dimensione dei feti e dall'abilità del medico: in linea di massima, se uno dei feti è a testa in giù, si cercherà di effettuare un parto vaginale, se il secondo feto è podalico o messo di traverso, si tenterà una versione interna o esterna per facilitare il parto. Tuttavia, il taglio cesareo è la scelta più prudente.
Le differenze essenziali tra gravidanza singola e multipla

La gravidanza multipla viene considerata un evento a rischio, con una probabilità da due a tre volte più elevata di alcune complicazioni rispetto alla gravidanza singola. Praticamente, quasi tutte le fasi del parto sono diverse. Le donne con gravidanza multipla hanno bisogno di più calorie, prendono più peso, necessitano di più riposo e di una cura prenatale più intensiva. Il travaglio e il parto sono più complessi, e il parto cesareo è esperienza comune.

Le complicazioni della gestazione multipla, a cura della American Society for Reproductive Medicine.
L'obiettivo del trattamento dell'infertilità dovrebbe essere il dar vita a un solo bambino, sano. Tuttavia, molte delle opzioni di trattamento presentate alla coppia infertile sono associate al rischio di gestazione multipla, inoltre molte coppie vedono la gestazione multipla come desiderabile, e non conoscono i rischi che essa pone sia alla madre, sia ai bambini. Le coppie dovrebbero comprendere questi rischi potenziali prima di iniziare il trattamento.

Complicazioni fetali e neonatali associate alla gestazione multipla

- il parto prematuro ha luogo in più del 50% delle gravidanze gemellari, nel 90% di quelle trigemellari, e virtualmente in tutte le gravidanze quadrigemellari;

- in confronto a una gravidanza singola, i gemelli hanno probabilità 7 volte maggiori di morire nel primo mese di vita, 20 volte maggiori nel caso di gravidanza trigemellare;

- la prematurità è associata a un aumentato rischio di ARDS ((Sindrome da Distress Respiratorio, grave insufficienza respiratoria acuta conseguente a edema polmonare), emorragia intracranica, paralisi cerebrale, cecità, peso neonatale insufficiente, morbilità e mortalità neonatale. L'ARDS è responsabile del 50% di tutte le morti neonatali associate a nascita prematura;

- restrizione della crescita intrauterina, morte intrauterina di uno o più feti, aborto spontaneo, anomalie congenite;

- probabilità di disabilità a vita superiore al 25% per i bambini che pesano meno di 1 chilo.

Complicazioni materne associate alla gestazione multipla
- Preeclampsia,da tre a cinque volte più frequente. La preeclampsia grave può essere fatale;

- il travaglio prematuro richiede un riposo assoluto prolungato, il ricovero è molto diffuso;

- maggior rischio di anomalie placentari associate a emorragia materna;

- maggior frequenza di diabete gestazionale, anemia, polidramnios (aumento del liquido amniotico);

- maggior ricorso al parto cesareo.

Altre considerazioni

- la gestazione multipla è associata a maggiore nausea e più frequente vomito, anemia, stanchezza, aumento di peso, mancanza di sonno, difficoltà finanziarie, depressione, problemi coniugali;

- la riduzione multifetale può essere consigliata per preservare la salute della madre e per migliorare la sopravvivenza della gravidanza. Tuttavia, non è chiaro quanto essa sia in grado di ridurre il tasso di molti dei problemi elencati sopra. Le coppie che stanno contemplando questa opzione dovrebbero ricorrere a un sostegno psicologico. Oggi in Italia non è possibile effettuarla.

Prevenzione della gestazione multipla

- monitoraggio scrupoloso durante i trattamenti per l'infertilità;

- limitazione del numero di embrioni trasferiti durante la fecondazione in vitro (IVF). Il trasferimento di embrioni multipli non migliora sempre i tassi di gravidanza, ma aumenta chiaramente i rischi di gravidanza multipla.

giovedì 13 marzo 2008


sterilità sterilità femminile sterilità femminile sintomi riproduzione riproduzione assistita sterilita cause fecondazione fecondazione in vitro andrologia sterilita maschile sterilita di coppia icsi forum spermiogramma varicocele oligospermia endometriosi ovaio policistico poliabortivita aborto ripetuto ginecologia
Articles in English 2001-2017 © www.fertilita.org | P.I./C.F: 05470161000 | Note legali | Condizioni di utilizzo | Mappa del sito | Ultimo aggiornamento: 20/02/2013
powered by G.H.T. s.r.l.
Aggiungi a MioYahoo!Aggiungi a iGoogle!Aggiungi a Netvibes