Genetica
Mutazione del gene MTHFR
Malattie Genetiche
Le malattie genetiche
Fibrosi cistica
Fibrosi cistica e fertilità
Malattie monogeniche
Malattie cromosomiche
Determinazione del sesso
Determinazione del sesso maschile
Determinazione del sesso femminile
Rischi ambientali in gravidanza: pesticidi e detergenti
Ambiguità sessuali
Ambiguità sessuali: l'Intersessualità
Eredità mitocondriale
Mutazioni genetiche
Mutazioni cromosomiche
Analisi molecolari
Test di paternità
Malattie Congenite
Malattie congenite
Prevenzione dei difetti congeniti
Difetti congeniti
Difetti congeniti più comuni
Genetica ed Ereditarietà
Ereditarietà
Ereditarietà e rischio
Patrimonio genetico
Identità genetica
Affinità e differenze genetiche
DNA e dintorni
Il DNA
I cromosomi
La cellula
Le proteine

ACT Italia Fertilita.org aderisce ad ACT Italia

Associazione Fertilità Onlus
Home page / Genetica / Cos'è e a cosa serve un test di paternità
Invia questa pagina a un amico
http://www.fertilita.org/index.asp?ItemID=168

Tua email

Email destinatario

Aggiungi un commento

chiudi

Cos'è e a cosa serve un test di paternità

letto 4256 volte | autore: Sebastiana Pappalardo, biologa (vai al curriculum)

         

Il test è basato sull’unicità che deriva dal codice genetico che ciascuno di noi eredita dalla madre e dal padre biologico, e rivela la presenza di regioni di questo codice genetico unico che può quindi essere utilizzato per determinare l’eventuale relazione di parentela tra gli individui. L'applicazione più comune del test di paternità serve a stabilire se un presunto padre è o viceversa non è il padre biologico di un bambino. Questa informazione può essere utile per almeno due diversi motivi:
  • per un uomo che desidera essere certo che un bambino sia suo; 
  • per sapere con sicurezza se si è o meno padri biologici di un bambino prima di dare inizio a una lunga e costosa procedura giudiziaria per il disconoscimento di paternità;

Che cosa ci sarà scritto nel rapporto del test di paternità?
Il rapporto del test di paternità fornirà le prove che il padre presunto di un bambino è il padre biologico, oppure escluderà questa possibilità.

Se il test è positivo, cioè il padre presunto è il padre biologico, il rapporto dirà:

Risultati e Conclusioni: Nei 16 dei 16 loci esaminati, i risultati del DNA non escludono che padre presunto possa essere il padre biologico del bambino in questione. Supponendo che i campioni ottenuti sono stati prelevati dalle persone menzionate sopra, questi risultati sono coerenti e confermano che il presunto padre è il padre biologico del bambino in questione. La probabilità di paternità è di almeno 99.99%.”

Se il test è negativo, cioè il padre presunto non è il padre biologico, il rapporto dirà:

Risultati e Conclusioni: in x dei 16 loci esaminati, i risultati del DNA escludono che il presunto padre possa essere il padre biologico del bambino in questione. Supponendo che i campioni ottenuti sono stati prelevati dalle persone menzionate sopra, questi risultati confermano che c’è una probabilità dello 0% che il presunto padre possa essere il padre biologico del bambino in questione.”

Come si prelevano i campioni per il test?
I campioni si prelevano strofinando dolcemente un apposito tampone contro la mucosa interna della bocca. La procedura è semplice e indolore.

Quanto è affidabile il test di paternità?
Il test di paternità prova con una sicurezza del 100% che un uomo non è il padre biologico di un bambino, e con una sicurezza del 99.99% che un uomo lo è. L’analisi basata sul codice genetico è la modalità più accurata e sicura per determinare se esiste o meno una relazione biologica tra individui.

Che cos’è il modulo di consenso informato?
Chiunque richieda un test di paternità deve per legge fornire il suo consenso per iscritto. Il modulo per il consenso informato è incluso in ogni kit di prelievo, e deve essere firmato da ciascuna delle persone sottoposte a test, dal padre o da chi ha la tutela legale nel caso di un minore.

Come vengono identificati e trattati i campioni durante il test?
Nel momento in cui i campioni raggiungono il laboratorio, vengono registrati il numero del caso e la data di consegna del campione. Il responsabile della registrazione del test assegna un numero di identificazione univoco al caso e un numero del donatore unico per ciascun campione. I campioni vengono identificati unicamente tramite il numero del caso e del donatore durante tutto il processo del test, e gli analisti del laboratorio non hanno accesso ad alcun tipo di informazione personale sul donatore del campione. Una volta stabiliti i risultati, il responsabile incaricato abbina i numeri di identificazione ai corrispondenti donatori dei campioni e produce il rapporto finale del test. L’intera procedura, dalla ricezione dei campioni all’emissione del rapporto finale del test, è regolata dalle severe norme previste dallo standard internazionale di qualità ISO17025 (pending).

Chi può sottoporsi al test?
Per un’affidabilità massima, il test richiede il prelievo di campioni della madre, del padre presunto e del figlio. Per quanto affidabile in termini assoluti, il test di paternità eseguito sui soli campioni del padre e del figlio ha una sicurezza leggermente inferiore a quello che include l’analisi anche sul campione della madre.

Che cosa succede quando si sospetta che un parente stretto possa essere il padre biologico del bambino?
Anche in questo caso il test di paternità è in grado di fornire un risultato attendibile, ma la procedura è più complessa. Se questo è il vostro caso, questa informazione deve sempre essere indicata quando si richiede il test di paternità.

venerdì 14 marzo 2008


sterilità sterilità femminile sterilità femminile sintomi riproduzione riproduzione assistita sterilita cause fecondazione fecondazione in vitro andrologia sterilita maschile sterilita di coppia icsi forum spermiogramma varicocele oligospermia endometriosi ovaio policistico poliabortivita aborto ripetuto ginecologia
Articles in English 2001-2017 © www.fertilita.org | P.I./C.F: 05470161000 | Note legali | Condizioni di utilizzo | Mappa del sito | Ultimo aggiornamento: 20/02/2013
powered by G.H.T. s.r.l.
Aggiungi a MioYahoo!Aggiungi a iGoogle!Aggiungi a Netvibes