Infertilità maschile e femminile
Cause dell'infertilità Maschile
Fertilità maschile
Spermiogramma e spermiocoltura
Cause delle anomalie dello sperma
Varicocele
Chirurgia del varicocele
Disturbi ormonali
Infezioni
Criptorchidismo
Ipospadia
Chirurgia dell'ipospadia
Eiaculazione Retrograda
Eiaculazione precoce
Anomalie cromosomiche
Vasculite Testicolare Autoimmune
Anticorpi Antisperma
L'infertilità maschile come sintomo
Tumore del testicolo
Cancro e infertilità maschile
Cause dell'infertilità Femminile
Ovulazione normale
Cisti ovariche
Ovaie micropolicistiche
Sindrome da ovaio policistico
Trattamento dell'ovaio policistico
Disturbi ormonali
Ostruzione delle tube
Infezioni
Malattia Infiammatoria Pelvica
Menopausa precoce
Cancro e infertilità femminile
Sindrome di Turner
Età e fertilità
L'età della donna
Mestruazioni irregolari
Diabete
Pillola e infertilità

ACT Italia Fertilita.org aderisce ad ACT Italia

Associazione Fertilità Onlus
Home page / Infertilità maschile e femminile / Il varicocele e il suo ruolo nell'infertilità maschile
Invia questa pagina a un amico
http://www.fertilita.org/index.asp?ItemID=17

Tua email

Email destinatario

Aggiungi un commento

chiudi

Il varicocele e il suo ruolo nell'infertilità maschile

letto 23981 volte | autore: Sebastiana Pappalardo, biologa (vai al curriculum)

         

Conseguenza di un reflusso venoso che rende i vasi venosi dilatati, è tra le cause di diminuita fertilità maschile

E’ tra le cause di diminuita fertilità maschile .E’ la conseguenza di un reflusso venoso che rende i vasi venosi dilatati, allungati e tortuosi. Il varicocele è più frequente a sinistra, può essere causa di senso di peso riferito alla regione scrotale o di dolore dopo una prolungata permanenza in stazione eretta, ma può anche essere asintomatico. L’incidenza del varicocele negli adolescenti oscilla fra il 2 e l’11%.

In una percentuale fino al 70 – 80% dei casi il varicocele si associa alla presenza di un testicolo più piccolo, e a questa alterazione morfologica corrisponde il rischio di un’alterazione della spermatogenesi, cioè della produzione degli spermatozoi nel 60-90% dei soggetti con varicocele. Questo si traduce in una diminuzione del numero e della motilità degli spermatozoi (oligoastenozoospermia) con riflessi inevitabili sulla fertilità. Non esiste però un’associazione tra grado di varicocele ed entità del danno seminale. E’ probabile che il danno testicolare sia determinato dall’aumento della temperatura scrotale prodotto dal reflusso di sangue. Il danno seminale si instaura progressivamente fino a diventare irreversibile per cui la precocità della diagnosi costituisce un importante fattore prognostico. La correzione del varicocele è indicata per il miglioramento del quadro seminale, ma lo può essere comunque in tutti quei casi con sintomatologia dolorosa o per motivi estetici.

L’intervento chirurgico classico eseguito attraverso una piccola incisione cutanea è il più impiegato Oggi però è possibile correggere il varicocele con delle tecniche minimamente invasive, una è la laparoscopica e l’altra e la scleroembolizzazione. La tecnica chirurgica classica e quella laparoscopica sono eseguite in anestesia generale, mentre per la scleroembolizzazione è utilizzata una semplice anestesia locale.

venerdì 7 marzo 2008


sterilità sterilità femminile sterilità femminile sintomi riproduzione riproduzione assistita sterilita cause fecondazione fecondazione in vitro andrologia sterilita maschile sterilita di coppia icsi forum spermiogramma varicocele oligospermia endometriosi ovaio policistico poliabortivita aborto ripetuto ginecologia
Articles in English 2001-2017 © www.fertilita.org | P.I./C.F: 05470161000 | Note legali | Condizioni di utilizzo | Mappa del sito | Ultimo aggiornamento: 20/02/2013
powered by G.H.T. s.r.l.
Aggiungi a MioYahoo!Aggiungi a iGoogle!Aggiungi a Netvibes