Home page / Aborto spontaneo / I Fibromi dell'utero come causa di infertilità e di aborto spontaneo ripetuto
Invia questa pagina a un amico
http://www.fertilita.org/index.asp?ItemID=211

Tua email

Email destinatario

Aggiungi un commento

chiudi

I Fibromi dell'utero come causa di infertilità e di aborto spontaneo ripetuto

letto 7264 volte | autore: Claudio Manna, ginecologo specialista in fecondazione assistita (vai al curriculum)

         

I miomi uterini o fibromi rappresentano oggi una delle patologie più frequenti che si riscontrano in una donna.

Sono tumori benigni provocati dall’espansione di una sola cellula che si moltiplica numerose volte raggiungendo diverse dimensioni; da pochi millimetri a molti centimetri arrivando anche a pesare diversi chili. I miomi rispondono allo stimolo ormonale estrogenico, sono molto rari nelle donne molto giovani e cominciano ad essere più frequenti dai 35 anni in poi. Sono molto rari o addirittura diminuiscono di dimensioni nelle donne in menopausa, non essendoci più lo stimolo ormonale.

Infertilità e aborto spontaneo ricorrente o ripetuto.
Non è ancora chiaro il meccanismo con cui i miomi sono causa di sterilità o di abortività, ma è sicura una loro relazione. Molti autori ritengono che i miomi causino delle modificazioni a livello vascolare e/o infiammatorio e che alterino la contrattilità uterina influenzando quindi in maniera negativa la progressione degli spermatozoi, il trasporto dell’ovocita e il suo annidamento o impianto.

L’alterazione vascolare porta a un minore afflusso di sangue  a livello dell’endometrio. Molto importante è in tal senso la loro sede, perché incidono in maniera diversa sulla sterilità. I miomi intramurali, adiacenti alla porzione intrauterina della tuba, possono portare alla chiusura della tuba e quindi impedire l’incontro tra il seme maschile (lo spermatozoo) e quello femminile (l’ovocita) che avviene normalmente all’interno della tuba stessa. I miomi sottomucosi alterano la forma dell’utero e soprattutto se sono molto protrudenti all’interno della cavità possono impedire l’impianto dell’ovocita fecondato per cui la gravidanza non parte oppure possono essere causa di aborti precoci o meno, dal momento che vengono a formare una zona fibrosa scarsamente vascolarizzata che non consente la sopravvivenza  dell’embrione. Oppure possono anche essere causa di parti prematuri o peggio ancora di distacchi di placenta con emorragie importanti che metterebbero a rischio anche la vita della madre. I miomi intracavitari, cioè quelli che occupano la cavità uterina, possono impedire la progressione degli spermatozoi e anche l’impianto dell’embrione nell’eventualità che avvenga la fecondazione. Al contrario, i miomi sottosierosi non sembrano influire negativamente sull’incidenza delle gravidanze.

Ai fini riproduttivi, ci si comporta in questo modo:

  • Asportazione sempre di miomi intracavitari e sottomucosi aumentando così la possibilità del’insorgenza delle gravidanze
  • I fibromi intramurali, soprattutto se alterano la forma della cavità o se sono singoli e di dimensioni tra 4/5 cm, andrebbero asportati per diminuire il rischio futuro di un aborto o di un parto pretermine o peggio di un distacco di placenta
  • Diverso è il discorso se la paziente ha un’età molto avanzata e se i miomi sono multipli, perché da un lato dovrebbe aspettare un tempo abbastanza lungo per potere pensare di avere una gravidanza e quindi posticipare ancora più a lungo il tentativo di inseminazione, dall’altro ci sarebbero più cicatrici sull’utero e quindi più possibilità di incorrere in rotture d’utero
  • Non intervenire assolutamente in caso di fibromatosi a nodi multipli inferiori ai 2,5 cm, a meno che non deformino la cavità.

L’importante è comunque riuscire a personalizzare il trattamento in base alle esigenze della paziente.

lunedì 17 marzo 2008


sterilità sterilità femminile sterilità femminile sintomi riproduzione riproduzione assistita sterilita cause fecondazione fecondazione in vitro andrologia sterilita maschile sterilita di coppia icsi forum spermiogramma varicocele oligospermia endometriosi ovaio policistico poliabortivita aborto ripetuto ginecologia
Articles in English 2001-2014 © www.fertilita.org | P.I./C.F: 05470161000 | Note legali | Condizioni di utilizzo | Mappa del sito | Ultimo aggiornamento: 20/02/2013
powered by G.H.T. s.r.l.
Aggiungi a MioYahoo!Aggiungi a iGoogle!Aggiungi a Netvibes