Home page / FAQ / Fertilità e Infertilità
Invia questa pagina a un amico
http://www.fertilita.org/index.asp?ItemID=224

Tua email

Email destinatario

Aggiungi un commento

chiudi

Fertilità e Infertilità

letto 14332 volte | autore: Sebastiana Pappalardo, biologa (vai al curriculum)

         

Che cos’è l’infertilità? 
L’infertilità è l’impossibilità di concepire o di portare a termine una gravidanza. Nelle donne con meno di 35 anni l’infertilità viene diagnosticata dopo un anno di rapporti sessuali regolari non protetti, nelle donne con più di 35 anni questo periodo si riduce a sei mesi

L’infertilità riguarda solo le donne?
No, l’infertilità è un problema medico che riguarda sia l’uomo, sia la donna. Le cause maggiori di infertilità maschile sono le anomalie dello sperma dovute a problemi testicolari o altri come il varicocele, nella donne le cause più comuni di infertilità sono il blocco delle tube, l’endometriosi, e l’aspettare troppo a lungo prima di tentare una gravidanza

Quanto è diffusa l’infertilità?
L’infertilità è un problema sempre più comune, in Italia ogni anno circa 50.000 coppie si rivolgono al medico. In più del 25% dei casi l’infertilità è causata da più fattori

Quando diminuisce la fertilità nella donna?
Un declino comincia già dopo i 30 anni, ma è molto più evidente dopo i 35 anni

Quanto conta l’età dell’uomo per avere un figlio?
L’età dell’uomo condiziona molto meno la fertilità della coppia. Il declino è considerevolmente più lento e progressivo. Con la tecnica ICSI si può dire che l’uomo può avere un figlio geneticamente suo senza limiti di età

Dopo quanto tempo di attesa di una gravidanza è bene consultare uno specialista?
Se la donna ha meno di 30 anni, dopo 12 mesi. Quando l’età femminile è maggiore, anche dopo sei mesi

Perché dovrei rivolgermi a un centro specializzato di Fecondazione Assistita invece che al mio ginecologo di fiducia?
Scegliere l’équipe medica giusta è un passo importantissimo. Difficilmente un ginecologo non specializzato in Riproduzione Assistita ha l’esperienza giusta per trattare l’infertilità; infatti, a differenza di un normale studio ginecologico, a un centro di Fecondazione Assistita si rivolgono centinaia di coppie ipofertili o infertili ogni anno. Scegliere un ginecologo non specializzato significa rischiare di perdere tempo e denaro probabilmente senza mai arrivare alla radice del problema

Perché dopo il primo figlio avuto senza problemi, il secondo non arriva?
Può dipendere da molti fattori; tra i più frequenti si deve considerare che nel frattempo le tube possono non essere più aperte e funzionanti, ad esempio per un’infezione contratta o per aderenze formatesi dopo un intervento

Dopo un’interruzione volontaria di gravidanza (IVG), è possibile diventare sterili?
Dopo l’IVG, in alcuni casi la fertilità può essere ridotta perché questa procedura può provocare processi infiammatori che potrebbero coinvolgere le tube

Le infezioni vaginali trascurate possono provocare infertilità?
Si, specialmente quelle causate dalla Clamidia. E’ bene fare controlli periodici perché questo germe può danneggiare le tube in modo silenzioso per la donna

Quanto tempo ci vuole perché avvenga la fecondazione?
La fecondazione ha luogo entro 24 ore dall’ovulazione

Quanto tempo ci vuole perché l’embrione si impianti?
L’impianto ha luogo dopo circa 6-8 giorni dall’ovulazione

Come si stabilisce il primo giorno del ciclo?
Il primo giorno del ciclo è quello connotato dalla prima perdita mestruale vera e propria, che è diversa dalle perdite sporadiche o intermittenti (spotting)

A cosa serve la misurazione della temperatura basale?
La registrazione della temperatura basale non è un metodo molto affidabile per prevedere l’ovulazione, infatti, nonostante la variazione della temperatura associata all’ovulazione possa essere rilevata con un termometro, talvolta ci possono volere fino a due giorni prima che la variazione appaia sul diagramma, ciò significa che il momento in cui la variazione viene osservata è troppo tardi per avere un rapporto mirato. Inoltre, altri fattori possono condizionare negativamente l’affidabilità del monitoraggio di questo parametro, per esempio una variazione nel rapporto sonno/veglia, un semplice raffreddore o l’influenza, e così via. L’unico valore della registrazione della temperatura basale è che essa fornisce una prova retrospettiva dell’ovulazione nel ciclo precedente, rappresentata dall’aumento della temperatura corporea per otto giorni. In altre parole, questo tipo di registrazione può dare al medico un’idea della storia ovulatoria della donna, ma rimane uno strumento molto opinabile per stabilire i giorni più utili per avere un rapporto. Per questa finalità è molto meglio acquistare un kit di ovulazione. Il test misura i picchi dell’ormone luteinizzante (LH), che viene rilasciato tra 24 e 36 ore prima dell’ovulazione e scatena il processo finale di maturazione. Il rapporto dovrebbe aver luogo nel giorno del picco di questo ormone sia perché il muco cervicale femminile è più fertile nel periodo di picco, sia perché gli spermatozoi possono sopravvivere nel tratto riproduttivo femminile fino a 72 ore.

Qual è il momento in cui la donna è più fertile?
Il momento in cui la donna è più fertile è senz’altro quello che precede di 2-3 gg l’ovulazione, che in genere ha luogo tra il giorno 11 e il giorno 21 del ciclo. Contando dal primo giorno dell’ultima mestruazione, il 1° giorno è quello nel quale ha inizio la perdita mestruale, l’11° giorno è il primo giorno in cui può avvenire l’ ovulazione, il 21° giorno è l’ultimo, però se l’ovulazione avviene il 14° giorno, verso il 12°  è bene avere rapporti se il ciclo dura 28 giorni, se il ciclo durameno va anticipato il periodo dei rapporti sessuali e viceversa posticipato se il ciclo dura di più. I giorni di anticipazione o posticipazione rispetto a 12 sono tanti quanti la mestruazione anticipa o posticipa i classici 28 giorni. Quindi in un ciclo di 32 giorni ( 4 in più di 28) èbene avere i rapporti verso il 16° giorno (4+12).Le mestruazioni compaiono in genere tra il 28° e il 32° giorno del ciclo, con differenze soggettive anche importanti in funzione del ciclo di ogni donna

martedì 18 marzo 2008


sterilità sterilità femminile sterilità femminile sintomi riproduzione riproduzione assistita sterilita cause fecondazione fecondazione in vitro andrologia sterilita maschile sterilita di coppia icsi forum spermiogramma varicocele oligospermia endometriosi ovaio policistico poliabortivita aborto ripetuto ginecologia
Articles in English 2001-2017 © www.fertilita.org | P.I./C.F: 05470161000 | Note legali | Condizioni di utilizzo | Mappa del sito | Ultimo aggiornamento: 20/02/2013
powered by G.H.T. s.r.l.
Aggiungi a MioYahoo!Aggiungi a iGoogle!Aggiungi a Netvibes