Home page / FAQ / Infertilità femminile
Invia questa pagina a un amico
http://www.fertilita.org/index.asp?ItemID=225

Tua email

Email destinatario

Aggiungi un commento

chiudi

Infertilità femminile

letto 5364 volte | autore: Sebastiana Pappalardo, biologa (vai al curriculum)

         

È vero che l’isterosalpingografia è dolorosa?
Non è dolorosa se eseguita da medici molto competenti ed esperti in questo esame

L’ovaio policistico può provocare infertilità?
Sì, perché riduce la frequenza dell’ovulazione, ma non sempre.

La mia ovulazione non è regolare; come posso avere un ciclo mestruale se non ho l’ovulazione?
La maggior parte delle donne con un ciclo regolare (26-35 giorni) ha l’ovulazione ogni mese. Per avere un ciclo regolare, gli ormoni che fanno crescere e poi eliminano il rivestimento interno dell’utero sono sincronizzati in funzione dell’ovulazione a metà del ciclo. Nelle donne con cicli irregolari o più lunghi (30-90 giorni) l’organismo rilascia comunque gli ormoni che producono il rivestimento dell’utero, ma se non vi è ovulazione, questo viene eliminato lo stesso spontaneamente. Il processo descritto provoca cicli lunghi e irregolari ma non indica che l’ovulazione ha avuto luogo. Insomma mestruazione non vuol dire ovulazione, ma se non c’è la mestruazione  non c’è neanche ovulazione.

Si può stabilire la qualità degli ovociti?
Il fattore più importante in assoluto per la qualità degli ovociti è la loro età; le donne invecchiano, gli ovociti invecchiano con loro. Le conseguenze del processo di invecchiamento sono percentuali di gravidanza più basse e percentuali di aborto spontaneo più elevate. La scarsa qualità degli ovociti può dipendere da una cattiva risposta ai farmaci per trattare l’infertilità. Un maggior numero di fallimenti delle tecniche di Fecondazione Assistita è spesso dovuto proprio ad una scarsa qualità ovocitaria. Semplici dosaggi ormonali che comprendono l’ormone follicolostimolante (FSH) e l’estradiolo, al secondo o terzo giorno del ciclo mestruale, sono in genere un buon metodo per indicare la presenza di un problema legato alla qualità delle uova. Tuttavia, talvolta è impossibile conoscere a priori la qualità degli ovociti fino a quando non si esegue un ciclo di Fecondazione in Vitro (FIV) nel quale è possibile osservare il comportamento delle uova e lo sviluppo dell’embrione (fecondazione anormale, scarso sviluppo embrionale)

Mi è stata diagnosticata una diminuzione della riserva ovarica, che cosa vuol dire?
É una diagnosi che ha implicazioni molto importanti per un trattamento di Fecondazione Assistita, tuttavia non significa che è impossibile concepire. L’età della donna è importante, in quanto le donne con meno di 38 anni e con una diminuita riserva ovarica (che implica pochi ovociti spesso di scarsa qualità) hanno maggiori probabilità di concepire rispetto a quelle che hanno più di 38 anni. Tuttavia, anche indipendentemente dall’età anagrafica, le donne con questo problema hanno percentuali di gravidanza inferiori e percentuali di aborto spontaneo maggiori

Mi è stato diagnosticato un blocco delle tube, posso ugualmente restare incinta?
La Fecondazione in Vitro (FIV) è la tecnica di Fecondazione Assistita che consente di avere una gravidanza anche in questa condizione. Nella FIV, gli ovociti prelevati dalle ovaie e fecondati in vitro dagli spermatozoi formano gli embrioni (o ovociti fecondati), che vengono poi trasferiti (transfer) nell’utero per mezzo di un catetere. Questa procedura evita che gli ovociti cerchino di raggiungere le tube di Falloppio ( bloccate), rendendo perciò irrilevante la condizione di queste ultime

É vero che l’Aspirina baby è utile?
In alcuni centri questo farmaco viene somministrato di routine e fa parte del protocollo terapeutico, soprattutto per le pazienti con una storia di aborto spontaneo ripetuto. Tuttavia, ogni paziente è un caso a sé, e solo il medico può stabilire se un farmaco è utile, inutile, o addirittura dannoso. Se vi sottoponete alla Fecondazione Assistita, chiedete consiglio al medico prima di iniziare un regime terapeutico con qualsiasi farmaco, integratore, complesso vitaminico o composto a base di erbe

Perché devo prendere il progesterone?
Nei centri di Fecondazione Assistita si usa somministrare progesterone a tutte le pazienti durante la fase luteale. Il principio di questo protocollo è di rendere l’endometrio più recettivo all’embrione. Il deficit di progesterone può provocare fallimento dell’impianto perché il suo ruolo è quello di vascolarizzare e mantenere il rivestimento dell’utero, nel quale ha luogo l’impianto. Talvolta le donne hanno bisogno di un rinforzo di progesterone nella fase luteale anche se i loro livelli di progesterone sono buoni, per esempio a causa degli elevati livelli di estrogeni che spesso caratterizzano alcuni trattamenti

martedì 18 marzo 2008


sterilità sterilità femminile sterilità femminile sintomi riproduzione riproduzione assistita sterilita cause fecondazione fecondazione in vitro andrologia sterilita maschile sterilita di coppia icsi forum spermiogramma varicocele oligospermia endometriosi ovaio policistico poliabortivita aborto ripetuto ginecologia
Articles in English 2001-2017 © www.fertilita.org | P.I./C.F: 05470161000 | Note legali | Condizioni di utilizzo | Mappa del sito | Ultimo aggiornamento: 20/02/2013
powered by G.H.T. s.r.l.
Aggiungi a MioYahoo!Aggiungi a iGoogle!Aggiungi a Netvibes