Infertilità maschile e femminile
Cause dell'infertilità Maschile
Fertilità maschile
Spermiogramma e spermiocoltura
Cause delle anomalie dello sperma
Varicocele
Chirurgia del varicocele
Disturbi ormonali
Infezioni
Criptorchidismo
Ipospadia
Chirurgia dell'ipospadia
Eiaculazione Retrograda
Eiaculazione precoce
Anomalie cromosomiche
Vasculite Testicolare Autoimmune
Anticorpi Antisperma
L'infertilità maschile come sintomo
Tumore del testicolo
Cancro e infertilità maschile
Cause dell'infertilità Femminile
Ovulazione normale
Cisti ovariche
Ovaie micropolicistiche
Sindrome da ovaio policistico
Trattamento dell'ovaio policistico
Disturbi ormonali
Ostruzione delle tube
Infezioni
Malattia Infiammatoria Pelvica
Menopausa precoce
Cancro e infertilità femminile
Sindrome di Turner
Età e fertilità
L'età della donna
Mestruazioni irregolari
Diabete
Pillola e infertilità

ACT Italia Fertilita.org aderisce ad ACT Italia

Associazione Fertilità Onlus
Home page / Infertilità maschile e femminile / Infezioni e infertilità
Invia questa pagina a un amico
http://www.fertilita.org/index.asp?ItemID=249

Tua email

Email destinatario

Aggiungi un commento

chiudi

Infezioni e infertilità

letto 12577 volte | autore: Claudio Manna, ginecologo specialista in fecondazione assistita (vai al curriculum)

         

Infezioni: le Malattie a Trasmissione Sessuale (MST)
Si definisce “a trasmissione sessuale” o “sessualmente trasmessa (o trasmissibile)” una malattia causata da un patogeno, per esempio un virus, un batterio, un parassita o un fungo, che si diffonde da persona a persona soprattutto attraverso il contatto sessuale.

Le malattie a trasmissione sessuale possono essere dolorose, debilitanti, fastidiose, pericolose. In proposito, è bene ricordare che:

  • le malattie sessualmente trasmissibili si diffondono prevalentemente attraverso il contatto sessuale
  • sono spesso provocate da un batterio o da un virus
  • il rischio di contrarre una malattia a trasmissione sessuale si riduce (ma non si azzera) praticando il sesso sicuro, cioè usando il preservativo.

Le MST sono più frequenti negli adolescenti sessualmente attivi e nei giovani adulti, soprattutto quelli che hanno più partner sessuali. Secondo le stime dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, nel mondo sarebbero circa 400 milioni le persone colpite da questo genere di patologie (escludendo il contagio da HIV). Nei soli Stati Uniti, ogni anno vengono infettate più di 13 milioni di persone, e più di 65 milioni hanno una MST incurabile.

Nella maggior parte dei casi, le MST sono malattie relativamente non pericolose, che producono pochi o nessun sintomo. Tuttavia, alcune MST come la clamidia sono asintomatiche o minimamente sintomatiche: alcune persone saranno affette per giorni o settimane, mentre altre lo saranno per periodi più lunghi, a volte anche a vita. Naturalmente, durante i periodi in cui la persona è malata, in quanto soggetto infetto o portatore può diffondere la malattia.

Nell’infezione persistente i patogeni sfuggono alla sorveglianza del sistema immunitario e sono parzialmente inattivi; questa inattività è detta latenza. Tuttavia, alcuni eventi scatenanti quali lo stress, l’immunosoppressione o un trauma fisico possono riattivare i patogeni latenti. In alcuni casi, la malattia riattivata è asintomatica, è per esempio il caso della clamidia, mentre in altri la malattia è conclamata, come nel caso dell’herpes. In altre situazioni, infine, la malattia può essere grave o addirittura fatale, per esempio nel caso dell’HIV/AIDS o dell’epatite. Le persone che hanno contratto una malattia sessualmente trasmessa sono a maggior rischio di contrarre altre malattie quali l’HIV o l’epatite.

Complicazioni
Le complicazioni delle malattie sessualmente trasmissibili comprendono la Malattia Infiammatoria Pelvica e la Cervicite (infiammazione della cervice) nelle donne, l’Uretrite (infiammazione dell’uretra) e la Prostatite (infiammazione della prostata) negli uomini. In entrambi i sessi, la presenza di una MST compromette la fertilità. Le possibili conseguenze sul nascituro che viene infettato durante la gestazione o il parto comprendono la natimortalità, la cecità e danni neurologici permanenti.

Quando rivolgersi al medico
Uomini e donne devono rivolgersi al medico e sottoporsi allo screening per le MST se sviluppano ferite, pustole, ulcerazioni, abrasioni o irritazioni genitali, o in presenza di una anomala perdita di fluidi dal pene o dalla vagina. Nella donna, l’associazione di perdite patologiche e di dolori addominali o febbre possono indicare la presenza della malattia infiammatoria pelvica, una condizione, provocata da una malattia sessualmente trasmessa, che causa infertilità.

lunedì 14 aprile 2008


sterilità sterilità femminile sterilità femminile sintomi riproduzione riproduzione assistita sterilita cause fecondazione fecondazione in vitro andrologia sterilita maschile sterilita di coppia icsi forum spermiogramma varicocele oligospermia endometriosi ovaio policistico poliabortivita aborto ripetuto ginecologia
Articles in English 2001-2017 © www.fertilita.org | P.I./C.F: 05470161000 | Note legali | Condizioni di utilizzo | Mappa del sito | Ultimo aggiornamento: 20/02/2013
powered by G.H.T. s.r.l.
Aggiungi a MioYahoo!Aggiungi a iGoogle!Aggiungi a Netvibes