Analisi di base per infertilità
Analisi ormonali: Prolattina
Analisi ormonali: Testosterone
Analisi ormonali: Progesterone
Analisi ormonali: Estradiolo (E2)
Analisi ormonali: Ormone LH
Analisi ormonali: Ormone FSH
Analisi ormonali: Ormone SHBG
Analisi funzionalità tiroidea: T3 e FT3
Analisi funzionalità tiroidea: T4 e FT4
Analisi della funzionalità tiroidea: TSH
Tampone vaginale
Pap Test
Test genetici per infertilità maschile
Test HBA
Cariotipo
Test di maturità spermatica
Test frammentazioni del DNA
Test aneuploidie spermatiche
TORCH Test
Post-Coital test
Temperatura basale
Test ovulazione
Ecografia del pene
Ecografia testicoli
Ecografia Transvaginale
La consulenza genetica
Quali analisi richiedere
Alterazioni cromosomiche maschili
Alterazioni cromosomiche femminili
Alterazioni geniche uomo e donna
Rischio di trasmissione di difetti genici

ACT Italia Fertilita.org aderisce ad ACT Italia

Associazione Fertilità Onlus
Home page / Analisi di base per infertilità / Analisi ormonali: l'Ormone Follicolostimolante (FSH)
Invia questa pagina a un amico
http://www.fertilita.org/index.asp?ItemID=49

Tua email

Email destinatario

Aggiungi un commento

chiudi

Analisi ormonali: l'Ormone Follicolostimolante (FSH)

letto 48544 volte | autore: Claudio Manna, ginecologo specialista in fecondazione assistita (vai al curriculum)

         

Ormone Follicolostimolante (FSH)

condizioni del prelievo: prelievo di sangue venoso, non è necessario essere a digiuno. Precisare l’età e la data dell’ultima mestruazione, possono essere necessari dosaggi ripetuti. Il prelievo viene effettuato a metà del ciclo, in parallelo con il dosaggio dell’LH (ormone luteinizzante)

interesse del dosaggio: l’ormone follicolostimolante o FSH viene secreto dall’adenoipofisi sotto l’influenza di un ormone stimolante ipotalamico (LH-RH) e degli organi bersaglio della riproduzione, cioè ovaie e testicoli. Nell’uomo l’FSH interviene nella spermatogenesi, e il dosaggio consente di rilevare un’eventuale insufficienza testicolare (ipogonadismo); nelle donne il dosaggio consente, in associazione con quello dell’ormone LH, di diagnosticare l’amenorrea, la sterilità o l’ipogonadismo  

variazioni patologiche dei valori:
(nell’uomo) > aumento
- insufficienza testicolare primitiva
(nell’uomo) > diminuzione
- insufficienza ipofisaria (eunuchismo)
(nella donna) > aumento
- amenorrea da ipogonadismo (insufficienza ovarica)
- menopausa precoce
(nella donna) > diminuzione
- amenorrea da insufficienza ipofisaria
- amenorrea di origine psicogena
– ovaio policistico

valori di riferimento:
donna
fase follicolare
UI/l 27 - 150
 
fase ovulatoria
UI/l  95 - 600 fase luteale
UI/l 41 - 300
 
uomo   
età adulta
UI/l 22 - 49

martedì 11 marzo 2008


Risorse video
La diagnosi dell'infertilità femminile (1)
La diagnosi dell'infertilità femminile (2)
La diagnosi dell'infertilità di coppia
La diagnosi di infertilità inspiegata


sterilità sterilità femminile sterilità femminile sintomi riproduzione riproduzione assistita sterilita cause fecondazione fecondazione in vitro andrologia sterilita maschile sterilita di coppia icsi forum spermiogramma varicocele oligospermia endometriosi ovaio policistico poliabortivita aborto ripetuto ginecologia
Articles in English 2001-2017 © www.fertilita.org | P.I./C.F: 05470161000 | Note legali | Condizioni di utilizzo | Mappa del sito | Ultimo aggiornamento: 20/02/2013
powered by G.H.T. s.r.l.
Aggiungi a MioYahoo!Aggiungi a iGoogle!Aggiungi a Netvibes