Le tecniche di Fecondazione Assistita
Scarse probabilità di gravidanza
Le tecniche di Fecondazione Assistita
ESP
IMSI
ICSI
TESE
Inseminazione intrauterina (IUI)
FIVET
Fecondazione in vitro (FIVET)
La risposta ovarica
Terapia per anovulazione
Gli induttori dell'ovulazione
Sindrome da iperstimolazione ovarica
Crioconservazione degli ovociti
Crioconservazione degli spermatozoi
Assisted Hatching
Diagnosi preimpianto
Valutazione dei risultati della Fecondazione Assistita
Risultati della FIV
Risultati della FIV con ICSI
Risultati della IUI
Cause del fallimento della Fecondazione Assistita
Se Fivet o ICSI falliscono
Fallimento della FIVET e della ICSI
Fallimento della Fecondazione Assistita
Ruolo del centro di Fecondazione Assistita
Quando il trattamento fallisce: cercare aiuto
Adozione o vita senza figli
Tentativi di Fecondazione Assistita

ACT Italia Fertilita.org aderisce ad ACT Italia

Associazione Fertilità Onlus
Home page / Le tecniche di Fecondazione Assistita / L'estrazione chirurgica degli spermatozoi (TESE, Testicular Sperm Extraction)
Invia questa pagina a un amico
http://www.fertilita.org/index.asp?ItemID=73

Tua email

Email destinatario

Aggiungi un commento

chiudi

L'estrazione chirurgica degli spermatozoi (TESE, Testicular Sperm Extraction)

letto 14262 volte | autore: Claudio Manna, ginecologo specialista in fecondazione assistita (vai al curriculum)

         

L’infertilità è l’incapacità di avere una gravidanza dopo un anno di rapporti non protetti.

E’ presente nel 10-15% delle coppie. Nel 20 % l’infertilità delle coppie è dovuto al solo fattore maschile, e nel 30-40 % delle coppie con infertilità il fattore maschile ha un ruolo importante.

La TESE è una tecnica chirurgica eseguita in anestesia locale o in lieve sedazione, sotto visione diretta con rischio limitato di complicazioni. I rischi sono scarsi (raramente ematomi del testicolo). Consiste nel prelevare un piccolo frammento di tessuto ( biopsia) da uno o entrambi i testicoli attraverso una incisione cutanea.

Il ritrovamento degli spermatozoi nei frammenti testicolari dipende soprattutto dalla causa iniziale per cui gli spermatozoi non si trovano nell’eiaculato. Nelle cause ostruttive è molto più probabile ritrovare spermatozoi buoni, perché questi vengono prodotti nel testicolo ma hanno difficoltà ad uscire; invece la probabilità si abbassa in presenza di anomalie della spermatogenesi (in genere difetti di tipo genetico).

Gli  spermatozoi che in questo modo vengono raccolti possono essere usati subito se la donna viene contemporaneamente preparata con la stimolazione per il prelievo degli ovociti; in questo caso, i due interventi, sull’uomo e sulla donna, si effettuano lo stesso giorno, e si esegue la ICSI; altrimenti,se si prevede una bassa probabilità di ritrovamento degli spermatozoi nel testicolo, si esegue prima la TESE, si crioconservano gli spermatozoi trovati, e successivamente si stimola la donna  per recuperare gli ovociti ed eseguire la ICSI (Iniezione intra citoplasmica di uno spermatozoo = Intra-Cytoplasmic Sperm Injection ).

Una volta ritrovati gli spermatozoi con questa tecnica, i risultati in termini di gravidanza sono paragonabili a quelli dell’ICSI con spermatozoi prodotti con l’eiaculato. La TESE è indicata per i pazienti con azoospermia (assenza di spermatozoi nell’eiaculato) e per i pazienti che presentano rarissimi spermatozoi con scarsa motilità o non vitali). Situazioni che possono essere dovute a:

  • ostruzioni dei vasi deferenti (dotti eiaculatori) da infiammazione prostatica o patologie congenite (come la fibrosi cistica);
  • aplasia (malformazione) dei vasi deferenti (dotti eiaculatori) come manifestazione minore della fibrosi cistica;
  • i pazienti  con aplasia (malformazione) congenita dei vasi deferenti monolaterali o bilaterali che hanno una spermatogenesi normale. La TESE può essere utilizzata in seconda istanza quando ci sono difficoltà degli spermatozoi a raccogliersi a livello dell’epididimo;
  • assenza di spermatogenesi o anomalie della spermatogenesi (ipogonadismo ipogonadotropo, Sindrome di Kallman, Sindrome di Prader-Willi, abuso di steroidi androgeni e farmaci anabolizzanti).

Pazienti con azoospermia (assenza di spermatozoi nell’eiaculato) od oligospermia severa (bassa concentrazione di spermatozoi nello sperma) potrebbero avere anomalie nel numero e nella struttura dei cromosomi, di conseguenza i pazienti candidati alla TESE dovrebbero sempre sottoporsi a un’ analisi del cariotipo o al test delle microdelezioni del cromosoma Y.

martedì 11 marzo 2008


sterilità sterilità femminile sterilità femminile sintomi riproduzione riproduzione assistita sterilita cause fecondazione fecondazione in vitro andrologia sterilita maschile sterilita di coppia icsi forum spermiogramma varicocele oligospermia endometriosi ovaio policistico poliabortivita aborto ripetuto ginecologia
Articles in English 2001-2017 © www.fertilita.org | P.I./C.F: 05470161000 | Note legali | Condizioni di utilizzo | Mappa del sito | Ultimo aggiornamento: 20/02/2013
powered by G.H.T. s.r.l.
Aggiungi a MioYahoo!Aggiungi a iGoogle!Aggiungi a Netvibes