Le tecniche di Fecondazione Assistita
Scarse probabilità di gravidanza
Le tecniche di Fecondazione Assistita
ESP
IMSI
ICSI
TESE
Inseminazione intrauterina (IUI)
FIVET
Fecondazione in vitro (FIVET)
La risposta ovarica
Terapia per anovulazione
Gli induttori dell'ovulazione
Sindrome da iperstimolazione ovarica
Crioconservazione degli ovociti
Crioconservazione degli spermatozoi
Assisted Hatching
Diagnosi preimpianto
Valutazione dei risultati della Fecondazione Assistita
Risultati della FIV
Risultati della FIV con ICSI
Risultati della IUI
Cause del fallimento della Fecondazione Assistita
Se Fivet o ICSI falliscono
Fallimento della FIVET e della ICSI
Fallimento della Fecondazione Assistita
Ruolo del centro di Fecondazione Assistita
Quando il trattamento fallisce: cercare aiuto
Adozione o vita senza figli
Tentativi di Fecondazione Assistita

ACT Italia Fertilita.org aderisce ad ACT Italia

Associazione Fertilità Onlus
Home page / Le tecniche di Fecondazione Assistita / Quando il trattamento di Fecondazione Assistita fallisce: Cercare aiuto
Invia questa pagina a un amico
http://www.fertilita.org/index.asp?ItemID=90

Tua email

Email destinatario

Aggiungi un commento

chiudi

Quando il trattamento di Fecondazione Assistita fallisce: Cercare aiuto

letto 13929 volte | autore: Claudio Manna, ginecologo specialista in fecondazione assistita (vai al curriculum)

         

Come abbiamo detto, l’investimento nella riproduzione assistita è oneroso in termini di tempo, di denaro, ma soprattutto in termini di stress emotivo. Alcuni centri offrono aiuto e supporto anche quando un trattamento è fallito: in questo caso, il counseling consiste in una serie di incontri tra uno psicologo e uno o entrambi i membri della coppia. Durante questi incontri, lo psicologo incoraggia i pazienti a parlare liberamente delle proprie emozioni riguardo all’infertilità e al trattamento, poiché uno degli obiettivi consiste proprio nell’aiutare i pazienti a sviluppare risorse personali e a migliorare il modo in cui i membri della coppia si sostengono a vicenda. Il fallimento del trattamento è sempre un grande problema psicologico, indipendentemente dalla preparazione psicologica precedente. Purtroppo, molte coppie sono riluttanti a chiedere aiuto in questa fase, spesso per il timore di aumentare le emozioni negative, mentre molte tendono a iniziare immediatamente un  nuovo trattamento per l’incapacità di affrontare il fallimento, innescando così un circolo vizioso negativo. Le reazioni emotive al fallimento del trattamento possono passare dalla tristezza alla delusione, dalla rabbia alla ribellione, ma anche attraverso fasi di profonda confusione e di panico. L’intensità delle reazioni emotive dipende, tra l’altro, da questi fattori:

  • la capacità individuale di far fronte a un’esperienza negativa
  • la qualità della relazione di coppia
  • il supporto della famiglia e degli amici
  • la storia medica precedente
  • il supporto dell’équipe medica
  • le prospettive individuali per il futuro, la presenza o l’assenza di altri progetti di vita, e così via

Il dispiacere e la delusione successivi all’insuccesso del trattamento possono rendere difficile l’accesso alle proprie risorse emotive: le coppie possono finire per trascurare proprio gli altri aspetti della vita che sarebbero loro di maggior conforto, come le altre relazioni, l’impegno professionale, gli amici, i legami familiari, e così via. Il supporto psicologico aiuta i pazienti ad ammettere i propri sentimenti negativi e a vedere le opzioni disponibili con maggior chiarezza, sia che la coppia decida di proseguire il trattamento, sia che decida di intraprendere una strada completamente diversa. L’adattamento all’insuccesso del trattamento e la capacità di incorporare questa esperienza nella propria vita sono passi essenziali per la felicità futura, e il counseling psicologico può essere di grande aiuto in questo senso, soprattutto per quelle coppie in cui si evita di parlare del problema per non ferire il partner: essere in grado di esprimere le proprie sensazioni liberamente può essere invece un ottimo modo per riavvicinare la coppia ed evitare malintesi, esprimere il dolore, accettarlo e guardare avanti. Per dire la verità molte coppie rifiutano il counseling psicologico e preferirebbero che il medico stesso o l’equipe fornisca gli strumenti per affrontare il problema. In alcuni centri ci sono medici dotati di particolare sensibilità, che si occupano anche dell’emotività legata al trattamento terapeutico.

martedì 11 marzo 2008


sterilità sterilità femminile sterilità femminile sintomi riproduzione riproduzione assistita sterilita cause fecondazione fecondazione in vitro andrologia sterilita maschile sterilita di coppia icsi forum spermiogramma varicocele oligospermia endometriosi ovaio policistico poliabortivita aborto ripetuto ginecologia
Articles in English 2001-2017 © www.fertilita.org | P.I./C.F: 05470161000 | Note legali | Condizioni di utilizzo | Mappa del sito | Ultimo aggiornamento: 20/02/2013
powered by G.H.T. s.r.l.
Aggiungi a MioYahoo!Aggiungi a iGoogle!Aggiungi a Netvibes