Le tecniche di Fecondazione Assistita
Scarse probabilità di gravidanza
Le tecniche di Fecondazione Assistita
ESP
IMSI
ICSI
TESE
Inseminazione intrauterina (IUI)
FIVET
Fecondazione in vitro (FIVET)
La risposta ovarica
Terapia per anovulazione
Gli induttori dell'ovulazione
Sindrome da iperstimolazione ovarica
Crioconservazione degli ovociti
Crioconservazione degli spermatozoi
Assisted Hatching
Diagnosi preimpianto
Valutazione dei risultati della Fecondazione Assistita
Risultati della FIV
Risultati della FIV con ICSI
Risultati della IUI
Cause del fallimento della Fecondazione Assistita
Se Fivet o ICSI falliscono
Fallimento della FIVET e della ICSI
Fallimento della Fecondazione Assistita
Ruolo del centro di Fecondazione Assistita
Quando il trattamento fallisce: cercare aiuto
Adozione o vita senza figli
Tentativi di Fecondazione Assistita

ACT Italia Fertilita.org aderisce ad ACT Italia

Associazione Fertilità Onlus
Home page / Le tecniche di Fecondazione Assistita / Quante volte si può tentare la Fecondazione Assistita?
Invia questa pagina a un amico
http://www.fertilita.org/index.asp?ItemID=92

Tua email

Email destinatario

Aggiungi un commento

chiudi

Quante volte si può tentare la Fecondazione Assistita?

letto 56516 volte | autore: Claudio Manna, ginecologo specialista in fecondazione assistita (vai al curriculum)

         

Questa è una delle domande che mi sento fare più frequentemente da molte coppie che si accingono a praticare (o lo hanno già fatto), qualche tecnica di Fecondazione Assistita.

E’ una domanda importante alla quale generalmente rispondo che non c’è un numero fisso valido per tutti i casi. Rispondo anche che in realtà si possono fare quanti tentativi si vogliono. (Non  devono spaventare gli ipotetici e non scientificamente dimostrati rischi legati ai farmaci usati per la stimolazione ovarica).

In pratica non c’è contraddizione tra queste due risposte perché a parte qualche ragione strettamente medica che può limitare il numero di tentativi sostenibili di fecondazione assistita, la decisione è spesso legata alle scelte individuali della coppia nel senso di riuscire ad affrontare la fatica di sottoporsi a questi trattamenti. Bisogna cioè sapere che non è solo una fatica fisica o economica ma anche psicologica, perché non è sempre facile ad esempio accettare di riprendere il cammino dopo un tentativo fallito.

Anzitutto dobbiamo includere in queste tecniche sia l’Inseminazione intrauterina che la FIVET o la ICSI. Per l’inseminazione si dice che tre tentativi siano ottimali, ma benché sia una tecnica poco invasiva quando la causa è andrologica lieve e l’età della donna non è bassa, uno o due tentativi sono ragionevoli prima di passare a tecniche più complesse. Viceversa quando l’età della donna non è elevata e la causa dell’infertilità appare inspiegata o cervicale si possono fare anche più di tre tentativi. Inoltre bisogna valutare se le inseminazioni sono andate “tecnicamente” bene o ci sono stati problemi come mancata o scarsa ovulazione. In questi casi è bene continuare un po’ con i tentativi.

Per quanto riguarda la FIVET o la ICSI il principio è simile, ma poiché tali tecniche  richiedono un maggior impegno, non tutte le coppie riescono ad affrontare tre tentativi. Bisogna dire che spesso si riesce ad ottenere la gravidanza nei tentativi successivi al primo perché l’esperienza offre la possibilità di affinare e personalizzare le tecniche facendo tesoro anche di qualche errore commesso in precedenza.

Non dimentichiamo però una regola basilare. Il più delle volte il successo dipende dalla qualità degli embrioni trasferiti: non è detto che l’embrione giusto capiti al primo o al secondo tentativo. Potrebbe venir fuori al terzo o al quarto. Se non si ha la possibilità di giungere a tanto si può perdere l’occasione di ottenere finalmente la gravidanza. Naturalmente è necessario che i primi tentativi non risultino troppo stressanti, proprio per avere quella riserva energetica per affrontare i trattamenti successivi. Non vi è dubbio che questo dipenda molto dalle capacità del medico di accompagnare la coppia in questo cammino nel modo più giusto usando tutta la sua esperienza. Soprattutto sono però necessarie pazienza, comprensione, ascolto, sostegno. Tutte queste cose si rivelano spesso la vera chiave del successo.

martedì 11 marzo 2008


sterilità sterilità femminile sterilità femminile sintomi riproduzione riproduzione assistita sterilita cause fecondazione fecondazione in vitro andrologia sterilita maschile sterilita di coppia icsi forum spermiogramma varicocele oligospermia endometriosi ovaio policistico poliabortivita aborto ripetuto ginecologia
Articles in English 2001-2017 © www.fertilita.org | P.I./C.F: 05470161000 | Note legali | Condizioni di utilizzo | Mappa del sito | Ultimo aggiornamento: 20/02/2013
powered by G.H.T. s.r.l.
Aggiungi a MioYahoo!Aggiungi a iGoogle!Aggiungi a Netvibes